L’Unione Europea: stop al roaming per tutti i cittadini europei - Focus Europe - Laboratorio Progettuale per l'Integrazione Europea

Logo Focus
lpie
Focus
Europe
Vai ai contenuti
News Focus Europe > 2017
L’Unione Europea: stop al roaming per tutti i cittadini europei

La notizia è arrivata direttamente da Strasburgo, dopo una riunione dell’Europarlamento che tramite votazione ha abolito le tariffe finora in vigore.  La rimozione del roaming è un ulteriore passo in avanti per rendere più europei i cittadini di ogni Stato membro dell’Unione.

Nell’Unione Europea è attualmente presente quella che viene chiamata Eurotariffa, ovvero il piano di tariffazione votato e stabilito dall’UE il 23 maggio del 2007, per poi essere modificato nel 2009 e nel 2010. Il 15 giugno 2017, segnerà il primo passo avanti verso la fine dell’Eurotariffa, dalla metà di giugno in poi, ogni cittadino potrà effettuare e ricevere chiamate, inviare SMS e collegarsi ad Internet per la navigazione web, allo stesso prezzo pagato nel Paese di residenza.

Il costo del nuovo roaming per i gestori telefonici dell’UE

Rimangono le transizioni che avvengono tra i vari operatori di ogni singola Nazione, restano le tariffe anche se con un minor costo. Per quanto riguarda la connessione da Internet, a partire dal 15 giugno di quest’anno si passerà dai 50€ / Giga di adesso, ai 7,70€ / Giga. Dal primo gennaio 2018 si scenderà a 6€ / Giga, per poi arrivare a 4,5€ / Giga all’inizio del 2019. Lo step finale sarà quello di raggiungere i 2,50€ / Giga nel 2022.
Per quanto riguarda le telefonate, si passerà – sin da subito – dai 5 centesimi attuali ai futuri 3,2 centesimi.
Con gli SMS si scenderà a 2 centesimi per ogni messaggio di testo.

Infine, è stato imposto l’obbligo di manutenzione ed aggiornamento continuo di tutte le reti mobili.
Footer Focus
Sede Focus Europe
Torna ai contenuti