Si è svolto a Sassasi il 1° Seminario di "Euroscetticismo e Immigrazione - Dall'Europa ai Comuni" - Focus Europe - Laboratorio Progettuale per l'Integrazione Europea

Logo Focus
lpie
Focus
Europe
Vai ai contenuti
News Focus Europe > 2017
1° Seminario
EUROSCETTICISMO E IMMIGRAZIONE - DALL'EUROPA AI COMUNI


Si è svolto a Sassari, lo scorso 27 maggio, il primo workshop tematico del progetto “Euroscetticismo e Immigrazione - Dall’Europa ai Comuni”  finanziato dalla Fondazione di Sardegna e promosso da ANCI Sardegna con l’assistenza tecnica dell’Associazione Focus Europe.

Il workshop Unione Europea: Il principio di Solidarietà come valore fondante, ha permesso, in un’ottica territoriale che ha visto coinvolte le autorità locali del nord della Sardegna, di dibattere approfonditamente sul significato dell’Unione Europea e sul principio di solidarietà, ritenuto fondante non solo da un punto di vista meramente teorico ma anche e soprattutto politico. Il termine “solidarietà”, nel contesto europeo, è infatti riferito a una solidarietà concreta tra i Paesi dell’Unione, sotto diversi profili: politico, economico, sociale. Di fronte alla crisi dei migranti che sta interessando l’Unione Europea e in particolare i Comuni italiani, il dibattito assume una rilevanza di gran rilievo politico che interessa il futuro dell’Europa stessa.

I lavori sono stati aperti dal Presidente di ANCI Sardegna, Emiliano Deiana, il quale ha sottolineato l’impegno, in senso europeista, di ANCI Sardegna relativamente a argomenti delicati e cruciali come l’immigrazione e la lotta all’euroscetticismo che, in un momento di già forte crisi economica, rischiano di mettere a repentaglio il futuro stesso dell’Unione.  Il Sindaco di Sassari, Nicola Sanna, ha parlato del ruolo cruciale dei Comuni nell’accoglienza dei migranti e delle relative problematiche che ne complicano l’operato, richiamando la necessità di sviluppare metodologie concrete e di prospettiva, dinanzi a un problema che interesserà le stesse Autorità Locali per almeno il prossimo decennio. Ha terminato il suo intervento auspicando interventi in grado di formare operatori che supportino i Comuni nella gestione delle migrazioni, non solo in un’ottica emergenziale ma anche di prospettiva a lungo termine.


La Dott.ssa Paola Di Lazzaro dell’Associazione NEAR, ha analizzato il fenomeno della crisi delle migrazioni in una prospettiva a lungo termine e a carattere europeista, sottolineando la situazione di diversi Paesi europei e le migliori pratiche di gestione e integrazione sviluppate nel corso dell’ultimo decennio. Accogliendo con favore l’intervento del Sindaco di Sassari ha, anch’essa, sottolineato la necessità di sviluppare piani di intervento formativo allo scopo non solo di sviluppare nuovi strumenti ma soprattutto di formare operatori di sistema dotati delle necessarie competenze.


L’intervento del Professor Pilia, Università di Cagliari, ha permesso di inquadrare la difficile crisi delle migrazioni nell’attuale contesto europeo, mettendo in evidenza il ruolo dei Trattati e il principio della Solidarietà Europea che in questo caso, nonostante le resistenza di alcuni Paesi membri, dovrebbe essere in grado di ripartire gli oneri derivanti dai flussi migratori sui diversi Stati.  Il professor Pilia si è poi soffermato sulla essenziale vocazione mediterranea ed europea della Sardegna e ha anch’egli sottolineato la forte esigenza di sviluppare dei piani formativi allo scopo di formare non solo operatori del sistema in grado di supportare i Comuni e la Pubblica Amministrazione nella gestione dei flussi migratori ma anche e soprattutto mediatori.

Il Presidente del Consiglio Regionale Gianfranco Ganau, ha parlato dell’attuale crisi dei migranti e della situazione attuale dell’Unione Europea, ribadendo la necessità per la Sardegna di guardare all’Europa e auspicando una riforma della stessa non solo nei meccanismi ma anche e soprattutto nell’azione politica. Il Presidente del Consiglio Regionale, in linea con gli interventi precedenti, ha sottolineato la necessità di sviluppare strumenti atti ad affrontare il fenomeno delle migrazioni non più in un’ottica emergenziale ma di sistema.

Il Prefetto di Sassari, Giuseppe Marani, ha richiamato l’assoluta necessità di guardare all’Europa e al contempo di pianificare interventi di sistema che permettano di affrontare la gestione delle migrazioni non più come un fenomeno emergenziale. Ha ricordato inoltre la necessità di sviluppare piani e interventi prestando particolare attenzione alle istanze della collettività e in un’ottica di sostenibilità.

Il Presidente di Focus Europe, Giuseppe Cappai, ha chiuso i lavori della giornata sintetizzando i risultati emersi e ricordando l’incisiva azione che Focus Europe svolge quotidianamente in tutto il territorio sardo a sostegno degli Enti Locali e nella promozione dei valori e dei principi fondanti dell’Unione Europea.

Il secondo seminario si terrà a Nuoro il prossimo 17 Luglio.
Footer Focus
Sede Focus Europe
Torna ai contenuti