Articoli

 

CREPUD MED – COOPERAZIONE REGIONALE PER UNA PIANIFICAZIONE URBANA SOSTENIBILE

 

PRIORITÀ 4: Promozione dello sviluppo policentrico e integrato dello spazio MED

APPLICANT
Asi Ragusa: Consorzio per lo sviluppo dll’area ragusana - Sicilia - Italia

PARTNERS

  • Università Aristotele di Tessaloniki - Kentriki Makedonia (Grecia)
  • Consiglio spagnolo per la ricerca– Istituto di valutazione ambientale e della ricerca idrica (IDAEA) (Spagna)
  • EUCC – Centro mediterraneo (Spagna)
  • MIEMA - Malta Energie intelligenti - Agenzia di gestione - Malta
  • Altri

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Obiettivi:
Proporre sperimentazioni relative alla costruzione di strategie di sviluppo e pianificazione sostenibile alla scala d'area vasta, negoziate con un numero significativo di attori nella prospettiva di governare la metropolizzazione. Favorire il confronto e gli scambi di metodi e pratiche e una mutualizzazione a scala europea.

Risultati:

  • Elaborare linee strategiche e metodologiche di innovazione della pianificazione a grande scala conciliando pianificazione e sviluppo economico;
  • Costruire e comparare sistemi di governance ad attori multipli per la gestione di politiche di pianificazione sostenibile integrate;
  • Organizzare il policentrismo delle aree metropolitane.

Per ciascun caso studio è prevista l'elaborazione di un documento di pianificazione/progettazione e di una proposta di Accordo territoriale tra i vari soggetti pubblici coinvolti. Sono inoltre previste quattro pubblicazioni divulgative finali, l'implementazione di un sito Web dedicato al progetto, la realizzazione di cartografia, newsletters e rassegne stampa.

Leggi tutto...

OBIETTIVI GENERALI:
Il programma MED è un programma comunitario di cooperazione transnazionale che ricade tra gli "obiettivi di cooperazione territoriale" della politica di coesione dell'UE. I partner, composti da 13 paesi, tra cui tutti queli della costa settentrionale del Mediterraneo stanno lavorando insieme per rafforzare la competitività, l'occupazione e lo sviluppo sostenibile di questa zona.
L'impostazione transnazionale permette al programma per affrontare le sfide del territorio oltre i confini nazionali, come la gestione del rischio ambientale, affari internazionali ocorridoi di trasporto.

Leggi tutto...

OBIETTIVI GENERALI:
Il Programma Sud Est Europa ha l'obiettivo di migliorare il processo di integrazione territoriale, economica e sociale dei Paesi coinvolti e di contribuire alla coesione, alla stabilità ed alla competitività dell'area attraverso lo sviluppo di partenariati transnazionali ed azioni congiunte su questioni di importanza strategica.

Leggi tutto...

TECH.FOOD: SOLUZIONI ED INTERVENTI PER IL TRASFERIMENTO TECNOLOGICO E L'INNOVAZIONE NEL SETTORE AGRO-ALIMENTARE NELLE REGIONI DEL SUD EST EUROPA

Priorità 1: Facilitare l'innovazione e l'imprenditorialità Misura

APPLICANT
PROV MO - PROVINCIA DI MODENA – Italia

PARTNER

  • Lead partner: PROV MO - PROVINCIA DI MODENA - Italy
  • ASTER - ASTER Joint Stock Consortium - Italy
  • UNIBUC - THE BUCHAREST ACADEMY OF ECONOMIC STUDIES - Romania
  • MADR - MINISTRY OF AGRICULTURE AND RURAL DEVELOPMENT - Romania
  • HMRI - HUNGARIAN MEAT RESEARCH INSTITUTE (HMRI) - Hungary
  • RASZ - REGIONAL ADMINISTRATION, STARA ZAGORA - Bulgaria
  • NHRF - NATIONAL HELLENIC RESEARCH FOUNDATION - Greece
  • ACCI - ATHENS CHAMBER OF COMMERCE AND INDUSTRY - Greece
  • UNITRAKIA - TRAKIA UNIVERSITY - Bulgaria
  • UNICORV - CORVINUS UNIVERSITY OF BUDAPEST, FACULTY OF FOOD SCIENCE
  • AZRRI - AZRRI - Agency for rural development of Istria Ltd Pazin

DESCRIZIONE DEL PROGETTO
Il progetto affronta l'innovazione nel settore agro-alimentare, uno dei componenti principali della loro economia, in termini di fatturato, valore aggiunto, numero di operatori e di lavoratori subordinati. Il settore agro-alimentare è fortemente interessato da due processi: da un lato, la globalizzazione delle produzioni e dei mercati, dall'altro, la crescente consapevolezza sociale delle possibilità di migliorare la qualità della vita attraverso una sana alimentazione e del contributo dato dalla produzione di una agricoltura sostenibile per migliorare l'ambiente globale. Le esigenze dei consumatori per la qualità, la convenienza, la diversità, la sicurezza e la produzione alimentare sostenibile, contribuiscono a sottolineare l'opportunità di innovazione, stimolando le imprese ad adottare nuove soluzioni produttive. In questo scenario, il progetto nasce dalla necessità di strategie comuni, strumenti e possibilità di promuovere la ricerca e l'innovazione nel settore agro-alimentare, in base ad obiettivi di sviluppo condivisi con le parti interessate.

Leggi tutto...

NANOFORCE – NANOTECHNOLOGY FOR CHEMICAL ENTERPRISES – HOW TO LINK SCIENTIFIC KNOWLEDGE TO THE BUSINESS IN THE CENTRAL EUROPE SPACE

Priorità 1 - Facilitare l'innovazione in tutta l'Europa centrale

APPLICANT
SC - Sviluppo Chimica spa (Lombardia, IT)

PARTNERS
Veneto Nanotech S.C.p.A. (Veneto, IT);
Association of Chemical Industry of the Czech Republic (Praha, CZ);
University of Nova Gorica (Slovenija, SI);
BioNanoNet Forschungs GmbH(Wien, AT);
Association of Chemical and Pharmaceutical Industry of the Slovak Republic (Bratislavsky, SK);
Institute of High Pressure Physics, Polish Academy of Sciences (Mazowieckie, PL)

DESCRIZIONE DEL PROGETTO
Nel mese di Maggio 2011 è partito ufficialmente il progetto NanoForCE, finanziato nel quadro del European Territorial Cooperation Objective CENTRAL EUROPE Program, terza call. Il progetto ha una durata di 30 mesi, ed è coordinato da Sviluppo Chimica, una società interamente partecipata da Federchimica. Gli altri partner di progetto provengono da 8 regioni della Central Europe facenti parte di 7 nazioni (IT, CZ, DE, PL, AT, SL, SV). Fra i partner sono incluse associazioni di industrie, università, e centri di ricerca, fra cui Veneto Nanotech. L’obiettivo di NanoForCE è di promuovere il settore delle nanotecnologie nell’area Central Europe, facendo incontrare organizzazioni pubbliche e private (industrie, centri di ricerca, venture capitals, istituzioni pubbliche), al fine di trasformare le ricerche più promettenti nel campo dei nanomateriali (nel quadro di REACH) in applicazioni industriali innovative (trasferimento tecnologico).

Leggi tutto...

Pagina 1 di 2